Allarme tonno avariato fresco in Italia dopo il ricovero d'urgenza di due fratelli. I casi sono già oltre 100: ecco la partita incriminata. "Se avete acquistato questo prodotto, non mangiatelo!"

Allarme tonno avariato fresco in Italia dopo il ricovero d'urgenza di due fratelli. I casi sono già oltre 100: ecco la partita incriminata. "Se avete acquistato questo prodotto, non mangiatelo!"

Allarme tonno avariato fresco in Italia dopo il ricovero d'urgenza di due fratelli. I casi sono già oltre 100: ecco la partita incriminata. "Se avete acquistato questo prodotto, non mangiatelo!"

 

Una partita di tonno avariata che ha fatto scattare l'allarme del ministero della Sanità spagnolo per l'Italia. A diramare l'allarme è stata l'Usl 4 del Veneto orientale in collaborazione con il dipartimento igiene e prevenzione, che ha allertato pescherie, gestori di attività di ristorazione e cittadini potenziali consumatori. il tutto proprio nei giorni in cui in un locale di Jesolo due clienti si sono sentiti male dopo aver mangiato una pasta al tonno, due fratelli per fortuna ora fuori pericolo. Le indagini del dipartimento di prevenzione e dei carabinieri sono ancora in corso e potrebbero esserci dei collegamenti con la partita di tonno spagnola ora sotto accusa. Nel frattempo è però scattato il tram tram mediatico sul caso. Venerdì il ministero della Salute spagnolo Aecosan ha diramato la nota in cui viene riportata l'insorgenza di focolai di sindrome sgombroide che avrebbero coinvolto 105 persone. Le autorità sanitarie italiane avevano già provveduto ad adottare provvedimenti di competenza, ponendo sotto sequestro le partite ricevute. (Continua a leggere dopo la foto)

Come spiegato nel comunicato, il tonno potrebbe comunque essere stato venduto allo stato sfuso in piccole quantità e, una volta giunto lì, in diversi formati nelle pescherie o in negozi che vendono al consumatore finale, consumatori o gestori di locali. Il mistero italiano della Salute invita dunque commercianti, ristoratori, esercenti, tutti coloro i quali possono aver acquistato tonno fresco a partire dal 25 aprile 2017 a contattare gli esercizi di vendita per verificare se si tratta del prodotto commercializzato dalla ditta spagnola "Garciden". (Continua a leggere dopo la foto)

 

La sindrome sgombroide è una patologia che deriva dall'ingestione di pesce alterato che contiene istamina. Si manifesta comunemente con arrossamento della pelle, prurito, cefalea pulsante, bruciore orale, crampi addominali, nausea, diarrea, palpitazioni, senso di malessere e raramente ipertermia a breve distanza dal consumo del pesce.

"È pericoloso! Se lo avete in casa, non mangiatelo per nessuna ragione". L'allarme dell'azienda sulle scatolette di tonno: "Ecco cosa c'è dentro"