”George Michael? Di quelli morti quest’anno era quello che valeva meno”. Sì, l’ha detto davvero e, inutile aggiungerlo, sui social è subito esplosa la polemica. Ecco chi è l’autore, ora finito nella bufera, di questa frase pesantissima


 

Tra pochi giorni si chiude questo 2016 e, per certi aspetti, verrebbe da dire ''per fortuna!''. Già, perché per esempio nel mondo dello spettacolo è stato proprio un annus horribilis per quella serie di perdite pesantissime cui si aggiunge la scomparsa di George Michael, trovato morto in casa dal compagno Fadi Fawaz. Aveva 53 anni la popstar britannica, icona pop degli anni Ottanta e leader degli Wham! prima di avviare una fortunatissima carriera da solista. Da chiarire ancora la causa del decesso anche se fonti vicine alla famiglia dell’artista parlano di ''insufficienza cardiaca'' e la polizia ha già definito il decesso ''inspiegato ma non sospetto''. Grandi perdite, si diceva, che hanno lasciato un vuoto incolmabile per i milioni di fan di Prince, David Bowie, Leonard Cohen, tanto per citare qualcuno degli artisti scomparsi in questi ultimi 360 giorni, e adesso pure di George Michael. Per restringere il campo, anche in Italia abbiamo dato l’ultimo saluto a grandissimi come Bud Spencer, Dario Fo, Giorgio Albertazzi e Anna Marchesini. Quindi ci sta proprio tutta l’espressione ''annus horribilis'' per questo anno. (Continua a leggere dopo la foto)

 

Tornando a noi, quindi all’ultimo artista che ci ha lasciato, George Micheal, è stata subito pioggia di messaggi di cordoglio per la sua scomparsa in rete. Da parte di fan, ma anche di colleghi. ''Rimarrà un sogno rivederlo con i Queen. Nel mio immaginario l'unico possibile interprete di Freddie. #RIPGeorgeMicheal"'', ha scritto per esempio su Twitter Cesare Cremonini; ''26 dicembre. Un altro grande se n'è andato. George Michael, 53 anni, artista dal talento straordinario, aveva venduto 100 milioni di dischi nel mondo, durante la sua carriera. Lo avevo visto e ascoltato in concerto e mi aveva impressionato per la sua grande vocalità e sensibilità musicale. In questo 2016, anno triste per la musica, ci hanno lasciato anche David Bowie, Greg Lake, Prince, Keith Emerson, Leonard Cohen'', ha fatto invece sapere Gianni Morandi su Facebook. '''Listen Without Prejudice', ovvero 'Ascoltate senza pregiudizi', è ''uno dei dischi più belli del mondo. E il titolo per me è diventato un ordine da eseguire sempre per tutta la musica. #graziegeorge'', ha commentato Jovanotti.

(Continua a leggere dopo la foto)

 

Ma non per tutti, evidentemente, George Michael era così immenso. ''Di quelli morti quest'anno era quello che valeva meno'', ha detto, come riporta Il Giornale, Mario Luzzatto Fegiz, ospite in tv di Tgcom24. Inutile dire che la battuta infelice del critico musicale storico del Corriere della Sera ha scatenato un putiferio sui social. Tantissimi fan della popstar britannica, in lutto per la sua morte, non hanno digerito quelle parole pesantissime e hanno dato via alla protesta, non risparmiando qualche frecciatina al giornalista. E così in rete è scoppiato anche il caso Luzzatto Fegiz. Beh, giudizi personali sul talento a parte, poteva risparmiarselo questo paragone con gli altri artisti deceduti quest'anno, non credete?

Potrebbe anche interessarti: "Last Christmas", e George Michael se ne va proprio a Natale. E con la sua morte si riparla del segreto di questa indimenticabile canzone degli Wham

Simple Share Buttons
Simple Share Buttons