“Prima li ha violentati, poi uccisi. Erano soltanto dei bambini…”. La notizia choc corre su Facebook da diverse settimane e sta scioccando tutti gli utenti perché la persona accusata è molto potente


  

Le bufale ai tempi della rete. Grosse, talmente clamorose da non essere nemmeno lontanamente verosimili. Eppure capaci di far infuriare diversi utenti, evidentemente poco avvezzi alle dinamiche dei social. Di cosa parliamo? Di due presunte "notizie" che hanno iniziato a circolare su Facebook nelle scorse ore e che hanno come protagonista Hillary Clinton, fresca di sconfitta alle elezioni presidenziali americane vinte da Donald Trump. Stando a questo finto scoop, la candidata democratica avrebbe ucciso e violentato bambini (avete letto bene) in una pizzeria di New York. Del locale era stato addirittura fornito l'indirizzo (quello sì, vero) e non sono mancati cittadini che si sono presentati indignati fuori dalla vetrina. Sempre nell'etere Hillary era stata definita anche "l'amante lesbica di Yoko Ono". Non c'è soltanto la moglie di Bill, però, a essere finita in questo folle vortice di accuse e smentite senza freni né senso. (Continua a leggere dopo la foto)

Ancora su Facebook era infatti arrivato il presunto endorsement di Papa Francesco a favore di Donald Trump proprio in orrore dei misfatti della Clinton. Una calunnia bella e buona, nel complesso, che per giorni è stata libera di circolare in rete, senza che gli amministratori del social intervenissero per censurare quei contenuti falsi e irrispettosi. Le fonti citate erano ovviamente inesistenti. (Continua a leggere dopo le foto)

 

 

Una vera e propria tempesta virtuale di letame, come l'hanno definita da più parti i media, che ha sollevato problemi non di poco conto sul funzionamento di piattaforme come lo stesso Facebook, capaci di moltiplicare all'infinito l'eco di una notizia prima ancora che questa venga controllata. Una questione etica e deontologica sulla quale gli internauti si stanno confronto. O almeno quelli che non stanno manifestando contro "la vampira" Hillary Clinton.

Simple Share Buttons
Simple Share Buttons