Stava trascorrendo qualche ora in compagnia di una ragazza quando, un uomo si avvicina e inizia a fare apprezzamenti pesanti. All'inizio Marco, 20 anni, non gli dà peso poi risponde a tono e lui, un uomo di 36 anni, se ne va

Stava trascorrendo qualche ora in compagnia di una ragazza quando, un uomo si avvicina e inizia a fare apprezzamenti pesanti. All'inizio Marco, 20 anni, non gli dà peso poi risponde a tono e lui, un uomo di 36 anni, se ne va

Stava trascorrendo qualche ora in compagnia di una ragazza quando, un uomo si avvicina e inizia a fare apprezzamenti pesanti. All'inizio Marco, 20 anni, non gli dà peso poi risponde a tono e lui, un uomo di 36 anni, se ne va

 

Omicidio nella notte a Canicattì. Intorno alle 4, nella zona di piazzale San Domenico, un giovane è stato ucciso a coltellate.  Marco Vinci, bracciante agricolo di Canicattì (Ag), è morto dopo essere stato accoltellato davanti ad un pub del paese. Il giovane, nella tarda serata di ieri, aveva preso le difese di una donna di 38 anni che era in sua compagnia. Troppi gli apprezzamenti, anche pesanti, che un trentaquattrenne, Daniele Lodato, stava rivolgendo alla donna. Sarebbe così nata una lite fra i due uomini. Ed è durante questo scontro che Vinci è stato accoltellato. Sarebbero stati diversi i fendenti che lo hanno raggiunto all’addome e allo sterno. Il corpo è stato trovato nelle prime ore del mattino in un lago di sangue. Non si conoscono ancora i dettagli dell’accaduto anche se qualcuno avrebbe azzardato già delle ipotesi. La vittima sembra che sia arrivato già cadavere all'ospedale locale. (Continua dopo la foto)

L’omicida sarebbe già stato arrestato dal carabinieri della locale compagnia l bracciante agricolo è morto durante il trasporto, con un'autoambulanza del 118, verso l'ospedale «Barone Lombardo». I carabinieri hanno ricostruito l'accaduto e hanno fermato Lodato. L'uomo, al momento, è ancora in caserma. I militari lo hanno trovato all'interno della propria abitazione. Secondo quanto si apprende lo "scontro" sarebbe inizialmente fatto di parole. (Continua dopo le foto)

 

Pare che dopo il primo "scontro" verbale - verificatosi, nella tarda serata di ieri, all'interno di un pub - fra i due giovani, l'altro - colui che avrebbe rivolto i complimenti alla docente - si sia allontanato. Per una manciata di minuti. Poi, il trentaquattrenne sarebbe tornato in piazza Dante. E la lite è, dunque, tornata nuovamente ad esplodere. Con esiti fatali”. Sulla vicenda indagano i carabinieri, l'inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore Alessandra Russo. Nelle prossime ore si attendono sviluppi. Dopo il dramma di Alatri dello scorso marzo, quando vittima del branco rimase un giovane di 20 anni, il paese piange un nuovo orrore. Ammazzato per aver difeso la donna che lo accompagnava.