“Come Tiziana…”. Il filmino amatoriale finisce in rete e per lei si mette male. La vicenda capitata ad una coppia napoletana: “Ho tentato il suicidio, mi serve aiuto”


 

Sembra quasi di rivivere per intero e dagli esordi, la tragica vicenda di Tiziana Cantone: un video che doveva restare sullo smartphone del ragazzo che l’ha girato e che invece… Le immagini hot che mostrano una coppia napoletana che fa sesso sono finite in rete, gettando nella disperazione la donna che n’è protagonista. Lei, giovane madre di due bambini avuti con un marito che non c’è più, e residente in un paese del Vesuviano, per la vergogna ha anche tentato il suicidio. Per questo alcuni amici della ragazza nelle scorse settimane si sono rivolti al programma “La Radiazza”, in onda su Radio Marte, per chiedere al conduttore, Gianni Simioli, di lanciare un appello agli ascoltatori e chiedere a chi avesse ricevuto il filmato sul cellulare o sul pc, tramite app di messaggistica istantanea, di cancellarlo e non condividerlo. In questo modo, si sarebbe evitato che diventasse virale. La paura oramai la solita: scongiurare di non perdere un’altra vita per quella che è una sciocchezza morale. (Continua dopo la foto)

Proprio per evitare che la storia di Tiziana si ripetesse, Simioli ha voluto che Maria, il nome di fantasia con cui l’ha battezzata, intervenisse lei stessa in trasmissione, in diretta telefonica, per raccontare la sua storia e chiedere agli ascoltatori di cancellare quel maledetto filmato: “Fatelo per i miei figli”, aveva detto la donna tra le lacrime, preoccupata che soprattutto uno dei bambini, già in età scolare, potesse avere problemi. Tra i tanti intervenuti, anche l’assessore regionale alle Pari Opportunità della Regione Campania, Chiara Marciani, che si è resa disponibile a incontrarla. Ad aiutare la ragazza anche Miki Gioia, personaggio televisivo e manager della Eliminalia, società leader mondiale per la tutela del diritto all’oblio digitale. Un’azienda nata in Spagna, con sedi dislocate in tutto il mondo, che offre servizi a chi ha bisogno di far sparire dalla rete notizie e documenti compromettenti per la propria reputazione. (Continua dopo le foto)


 

Poi la donna ha spiegato in che modo Eliminalia può risolvere il problema della ragazza: “Noi, come società, siamo in grado di eliminare dalla Rete tutte le notizie negative riguardanti una persona. Ovviamente, il servizio ha un costo, ma la fondazione patrocina i casi più gravi, dove non ci sono le possibilità economiche per affrontare la spesa”. Una notizia che in queste ore sta facendo discutere non poco, dopo che un inviato de “Le Iene” si è recato a casa della giovane madre per raccoglierne la testimonianza. Il servizio dovrebbe essere trasmesso nella puntata di mercoledì o in quella di domenica con inizio alle 21.20.

Ti potrebbe anche interessare: “È un altro sfregio alla sua memoria”. Ricordate Tiziana Cantone? La ragazza si era uccisa dopo che un suo video hard fece il giro del web. A un anno dalla sua morte riscoppia la polemica: cosa è successo