‘’Ritrovata’’. Susy Paci, svolta nel giallo della 49enne scomparsa da Arezzo: la verità dopo 20 giorni di silenzio assordante


 

"Torno domani alle 10" aveva scritto in un messaggino al figlio, ma poi più nulla. Susy Paci si è presentata spontaneamente al commissariato di polizia Vicaria-Mercato, non distante dalla stazione ferroviaria di Napoli. A scriverlo con un post su Facebook è la popolarissima trasmissione Rai 'Chi l'ha visto'. Erano stati loro a lanciare l'allarme per la scomparsa dal 23 gennaio scorso della 49enne da Subbiano in provincia di Arezzo. Madre di due figli, di 17 e 19 anni, nell'ultimo periodo era sempre al computer. Solo su Facebook era seguita da un migliaio di persone, ma aveva account anche su Instagram e Twitter. A cercare la donna sia la procura di Arezzo che quella di Napoli, dove aveva incontrato un uomo, conosciuto in chat, e poi si erano perse le sue tracce. La donna è sempre rimasta a Napoli, come ha raccontato, non immaginando che il suo allontanamento da casa avesse creato tanto scalpore. Lunedì 12 febbraio ha prenotato una camera in un bed and breakfast del centro, al corso Umberto. E la titolare della struttura ricettiva, dopo averla riconosciuta, le ha raccontato il clamore causato dalla sua scomparso. A quel punto, la Paci si è convinta ad andare in commissariato, facendosi accompagnare dalla proprietaria del B&B. (Continua a leggere dopo la foto)

''L'aspettiamo a braccia aperte, è tutto superato''. Gabriele, uno dei due figli di Susy Paci, ha solo voglia di riabbracciarla. Il giovane ha saputo della ricomparsa della mamma dal padre. ''Ho avuto la notizia dal mio babbo. Abbiamo provato tutti una grande gioia, ora aspettiamo il suo ritorno con impazienza'', ha aggiunto. In questi giorni le procure di Napoli e Arezzo avevano aperto un'inchiesta contro ignoti. Un uomo, conosciuto in chat e avvistato con lei in un albergo della città partenopea, era stato anche ascoltato come persona informata sui fatti. E il suo cellulare sequestrato per ricostruire i movimenti e incrociarli con quelli delle celle telefoniche del telefono della scomparsa. (Continua a leggere dopo le foto)

 

Il 45enne, un marittimo, single, aveva riferito agli inquirenti di essersi lasciato con la Paci, arrivata a Napoli in treno il 23 gennaio scorso, dopo aver passato con lei la notte in un albergo, già il 24 mattina. E da allora non l'aveva più vista né sentita. All'uomo, su disposizione della procura di Napoli, era stato sequestrato il telefonino nel tentativo di individuare elementi utili alle indagini. Prima di scomparire nel nulla, lo scorso 23 gennaio, la donna aveva cambiato la foto del suo profilo Facebook con l'immagine di Rebel, la protagonista di un cartone animato. E aveva lasciato un messaggio proprio al figlio maggiore: "Ciao. Avvisa babbo e fede che sto bene. Torno domattina. Rimango a dormire da un'amica", il testo dell'sms. Poi il silenzio. Muto il cellulare, così come i profili social su cui la 49enne era molto attiva.

“Ecco quanto dovranno pagare”. Svolta inquietante sul caso di Maddie McCann. I genitori della piccola scomparsa in Portogallo di fronte al dato di fatto: “Questa volta è finita”