“Gelo, una sferzata artica”. Che tempo farà a Capodanno? Vestitevi pesanti, arrivano brutte notizie: ecco le previsioni. E i primi giorni del 2017 la situazione non migliorerà affatto, anzi. È dietro l’angolo l’inverno vero


 

Che si fa a San Silvestro? Ci si veste pesanti innanzitutto, soprattutto se il programma è quello di restare all’aperto, magari in piazza o a qualche concerto, perché l’ultima notte dell’anno si preannuncia gelida. Meglio saperle subito certe notizie. Stando agli esperti del meteo, infatti, la nuova ondata di freddo che nelle scorse ore ha colpito l’Italia si farà sempre più intensa proprio durante Capodanno, facendo abbassare così la colonnina di Mercurio. Temperature più basse che, tra l’altro, ci faranno compagnia anche all'inizio del 2017. E infatti, se nei giorni scorsi l'alta pressione resisteva sulle regioni settentrionali, adesso si è nettamente ritirata verso nord ovest innescando lo scivolamento di una massa d'aria gelida proveniente da est sull'Europa sudorientale. Situazione, questa, che ha già imbiancato le regioni del medio basso Adriatico e del Sud anche se, va detto, si è trattato in prevalenza di neve debole e intermittente. Ma tornando all’ultima notte dell’anno, iniziate a preparare i giacconi pesanti se volete festeggiarla all’aperto e state attenti alle gelate notturne. (Continua a leggere dopo la foto)

 

Nel dettaglio, spiegano dal Meteo.it, freddo a parte, per la giornata del 31 dicembre si prevede in prevalenza di bel tempo in quasi tutta la Penisola, salvo temporanei addensamenti a livello locale. Quindi nubi solo di passaggio al Nordest di mattina e al Sud di notte, ma con basse possibilità di precipitazione. Alta, invece, la probabilità di nebbia, anche fitta, sulla Pianura Padana. Se il freddo pungente si farà sentire già il 31, prepariamoci a gelate estese su molte regioni, soprattutto al Nord, ma si registreranno valori molto vicini allo zero anche sulle pianure del Centro-Sud. Temperature sotto i 10 gradi in gran parte delle regioni, isole escluse.

(Continua a leggere dopo le foto)

 

 

Domenica, primo giorno del 2017, poi, inizieranno a cominceranno ad apparire nubi da ovest che potrebbero portare anche a intense nevicate nei giorni successivi quando nuove incursioni gelide di origine artica faranno capolino. Ma questo sarà solo l’inizio: ''Dal 3 arriva la Bora sul Nord Est, forte a Trieste, e inizia a cambiare il quadro meteo – spiega Antonio Sanò, direttore del sito ilmeteo.it - poi qualche giorno di tregua, qualche pioggia, Befana tranquillo''. Il freddo rimane, quindi, ma cambia il vento: il Libeccio insisterà su Nord e regioni tirreniche, dove sono si prevedono piogge e neve a 1300 metri. Poi arriva l’inverno: ''Tra il 7 e l'8 gennaio c'è un importante cambiamento di aria polare sull'Italia, anche con nevicate'', dice Sanò e sottolinea che ''sebbene sia una previsione a lungo termine, è confermata dai modelli: 8-12 gennaio, inverno polare''.

Potrebbe anche interessarti: 

Simple Share Buttons
Simple Share Buttons