“Voglia di sperimentarsi, di conoscere le persone, di coltivare la cultura”: le voci dei volontari di Caffeina 2017

“Voglia di sperimentarsi, di conoscere le persone, di coltivare la cultura”: le voci dei volontari di Caffeina 2017

“Voglia di sperimentarsi, di conoscere le persone, di coltivare la cultura”: le voci dei volontari di Caffeina 2017

“Volevo provare un’esperienza nuova, avere a che fare con la gente”: Asia è una ragazza di 16 anni che ha scelto di mettere in gioco una parte della sua estate per fare la volontaria fra i vicoli, le piazze e gli eventi dell’edizione 2017 di Caffeina Festival; una fra i 160 fra ragazzi e ragazze che hanno deciso di dare il proprio contributo andando #acacciadistelledanzanti nell’estate viterbese. Alunni delle scuole superiori e studenti delle università, ragazzi da Viterbo, dalla provincia e da tutta Italia; volontari di tutte le età – dai 15 ai 30 anni – che si sono ritrovati nel pomeriggio del 17 giugno a pochi giorni dall’inizio degli eventi,  per un primo briefing presso la fondazione Caffeina Cultura coordinati da Alessandra Giannisi, Mirko Ottoni e Gianpaolo Sabatini, responsabili dei volontari di Caffeina 2017. (Continua dopo la foto)

I volontari di Caffeina saranno una presenza amica e costante durante tutti i giorni del festival, saranno di supporto alla biglietteria, aiuteranno i partecipanti con indicazioni e consigli sugli eventi e sulle location degli incontri e saranno riconoscibili dalla maglietta del festival Caffeina; saranno coordinati e ospitati dalla struttura di Casa Caffeina che per loro sarà un campo base, un luogo di ritrovo e un posto dove mangiare, con a loro disposizione due turni di cena preparata dagli allievi della Scuola Alberghiera della Provincia di Viterbo - CFP. (Continua dopo le foto)

 

 

 
 

“Sono qui perché Caffeina è una proposta interessante, ci sono un sacco di eventi”, dice Flavia, 16 anni: “E’ proprio un bel festival”. Benedetta, 17 anni, è qui “per fare nuove conoscenze, socializzare”, mentre Giada, 17 anni anche lei, dice di “volersi sfidare in una situazione nuova”. Antonio, 16 anni, ha scelto Caffeina perché spera “di divertirsi” e – perché no - “di accumulare crediti valevoli per la scuola”: il festival è infatti a strettissimo contatto con il sistema scolastico viterbese, tanto che per ogni settimana della programmazione ben 25 studenti vivranno Caffeina come esperienza di alternanza scuola-lavoro. Siria, 15 anni, si è offerta volontaria per Caffeina per “coltivare la sua passione per la lettura” collaborando alle presentazioni delle decine di libri che animeranno il programma del festival 2017; e, conclude Elisa, 18 anni, “è sempre bello stare in mezzo alla gente”

Acrobati, giocolieri, clown, trampolieri e mangiafuoco: a Caffeina 2017 non perderti il Circo!