Emma, la mucca che fa commuovere il web. Piange, le lacrime raccontano la sua paura. Ma quello che vedete è il suo ultimo pianto: ecco cosa succede pochi secondi dopo


 

Quando le latterie chiudono, il destino delle mucche è praticamente segnato: se non si riesce a traferirle in altri allevamenti, vengono caricate su un camion e portate al macello. E, per qualche istante, questo è sembrato esattamente il destino della mucca Emma poiché la fattoria dove aveva trascorso tutta la sua vita stava chiudendo i battenti. Emma ha avuto lo stesso destino di molte mucche che producono latte a livello industriale: questi animali ne hanno solo quando sono incinta o quando hanno appena partorito, quindi negli allevamenti i piccoli vengono allontanati dalle mamme appena nati e il latte viene destinato alla commercializzazione. Questa separazione è ovviamente traumatica e non accade solo una volta, le mucche da latte vanno incontro a questo doloroso percorso per anni. Dopo aver partorito diverse volte sembrava proprio che la vita di Emma fosse giunta a un termine: sarebbe diventata carne da macello. Quello che vedete nel video è il suo ultimo pianto. Quando Emma è stata caricata sul rimorchio, non aveva idea di dove stesse andando, ed era molto spaventata, tanto da iniziare a piangere. Era solo uno dei miliardi di animali che ogni anno vengono brutalmente uccisi dopo una vita di prigionia e sofferenza per finire fatti a pezzi nei banchi dei supermercati. (Continua a leggere dopo la foto) 

Ma, per fortuna, c'è un'organizzazione davvero molto speciale, che si chiama "Kuhrettung Rhein-Berg - Lebenshof für Tiere" e salva la vita di questi animali. Emma è stata salvata appena prima che il coltello del macellaio le recidesse la gola. Questa associazione gestisce dei ricoveri per le mucche che possono così trascorrere i loro ultimi anni di vita in un ambiente sicuro e protetto. Prima che Emma fosse spedita al mattatoio, il gruppo di volontari l'ha presa dalla fattoria dove si trovava e portata nel rifugio. E le ha fatto il dono più prezioso: la vita. Una vita vissuta sui prati, fra i suoi simili scampati anche loro ad un’orribile fine. Una vita senza più lacrime. Una volta al rifugio, la mucca è stata portata al pascolo, ma l'animale aveva passato la sua vita in una stalla angusta, per cui ha iniziato a muovere i primi timidi passi sull'erba e verso i suoi simili.

(Continua a leggere dopo la foto e il video) 

 

 

Anche le altre mucche erano curiose, così si sono avvicinate a Emma e hanno iniziato ad annusarla. La povera bestia ha capito di essere al sicuro e ha iniziato a rilassarsi e da quel momento non ci è voluto tanto prima che Emma iniziasse a correre nel pascolo, insieme alle nuove amiche. Così come i cavalli, anche le mucche sono animali che amano vivere in mandria. Una vita passata in una stalla angusta è davvero crudele, per non parlare del trauma di separare questi animali dai loro cuccioli appena nati. Per fortuna Emma ha incontrato sulla sua strada questa associazione e può adesso godersi gli ultimi anni di vita in libertà e in mezzo ad altre mucche.

Leggi anche: "Aiutateci, le pecore sono impazzite". Come in un film horror di serie B, gli ovini seminano il terrore nel paesino. Ma c'è una spiegazione razionale. Che, però, vi lascerà di stucco. Ecco cosa è successo e il perché di quel folle comportamento

Simple Share Buttons
Simple Share Buttons