Vesuvio in fiamme: le immagini choc riprese dallo spazio. Negli scatti pubblicati dall'agenzia spaziale europea la devastazione dell'incendio alle pendici del vulcano

Vesuvio in fiamme: le immagini choc riprese dallo spazio. Negli scatti pubblicati dall'agenzia spaziale europea la devastazione dell'incendio alle pendici del vulcano

Vesuvio in fiamme: le immagini choc riprese dallo spazio. Negli scatti pubblicati dall'agenzia spaziale europea la devastazione dell'incendio alle pendici del vulcano

 

La Procura di Torre Annunziata ha aperto un fascicolo di inchiesta sui roghi che in queste ore stanno interessando le aree del Vesuvio e diversi comuni della provincia di Napoli. L'accusa è di incendio doloso, per ora a carico di ignoti. La situazione nell'area vesuviana migliora. Tra Ercolano-Torre del Greco e Terzigno-Ottaviano la situazione è ancora complessa: quattro pattuglie dell'esercito sono impegnate nella sorveglianza dell'area vesuviana, dove è stato individuato un nuovo fronte di fiamme in una zona boschiva a ridosso di San Sebastiano al Vesuvio. Inoltre risultano ancora bloccate tutte le vie di accesso al Parco Nazionale del Vesuvio. Intanto sono arrivate le prime immagini degli incendi riprese dai satelliti e diffuse dall'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Le foto, riprese dal satellite Sentinel-2B, una delle 'sentinelle' della Terrà del programma Copernicus promosso da Esa e Commissione Europea, mostrano le fiamme alle pendici del vulcano, avvolto da fitte nubi di fumo, e fuoco nella zona della Costiera Amalfitana, poco distante da Positano. (Continua a leggere dopo la foto)

I frame, combinati in un'animazione, danno l'impressione che il Vesuvio si trovi nel pieno di un'eruzione e mostrano come il fuoco si stia estendendo nella zona protetta del Parco naturalistico del Vesuvio, istituito nel 1995 per tutelare l'area del vulcano. Nelle prossime ore su richiesta del Comune, l’Arpac (agenzia regionale per l’ambiente) installerà una centralina per il rilevamento della qualità dell’aria. Per evitare intralci alle operazioni di soccorso, la popolazione e’ stata invitata a non recarsi sui luoghi colpiti dagli incendi e a non attivarsi in iniziative spontanee non autorizzate dalla Protezione Civile regionale. (Continua a leggere dopo la foto)

 

 

"Quella del Vesuvio in fiamme è un'immagine forte. - ha detto ieri Gian Luca Galletti, ministro dell'Ambiente, arrivato a Ottaviano per una riunione operativa sul rischio incendi - E anche l'aria che si respira, sembra che quella di oggi sia una giornata autunnale. Napoli non merita questo". "Staremo vicini all'ente parco del Vesuvio", ha detto Galletti, ricordando come al momento "la situazione si stia gestendo al meglio. Abbiamo flotte potenti ma gli incendi sono altrettanto forti". "Voglio dirlo con molta fermezza: faremo di tutto per catturare i colpevoli. In queste ore - ha aggiunto - grazie ai carabinieri, è stato arrestato un piromane in flagranza di reato. Continueremo con la massima attenzione".

"Aria irrespirabile, hotel e ristoranti evacuati". Paura in Campania per le fiamme sul Vesuvio: il fumo ha invaso un'area vastissima. Cosa sta succedendo