"Mi dispiace, ma...". Chris Cornell e l'inquietante messaggio durante il suo ultimo concerto. Quella frase che solo ora trova tristemente il suo significato. Nel frattempo il medico legale non ha dubbi e sulla causa del decesso scrive "suicidio"

"Mi dispiace, ma...". Chris Cornell e l'inquietante messaggio durante il suo ultimo concerto. Quella frase che solo ora trova tristemente il suo significato. Nel frattempo il medico legale non ha dubbi e sulla causa del decesso scrive "suicidio"

"Mi dispiace, ma...". Chris Cornell e l'inquietante messaggio durante il suo ultimo concerto. Quella frase che solo ora trova tristemente il suo significato. Nel frattempo il medico legale non ha dubbi e sulla causa del decesso scrive "suicidio"

 

Non sembrano esserci più dubbi sul suicidio di Chris Cornell, il frontman e cantante dei Soundgarden. Dagli ultimi dettagli sul ritrovamento del cadavere dell'artista è abbastanza palese la causa della morte: suicidio, ancora non confermato al 100% dalle autorità statunitensi di Detroit, ma altamente probabile. Cornell infatti è stato ritrovato impiccato all'interno del bagno della camera d'albergo in cui alloggiavano tutti i membri della band e dello staff dopo il concerto avvenuto la sera precedente. Poche ore dopo l'ultimo rapporto del capo ufficio stampa della polizia, ecco però però arrivare come un fulmine a ciel sereno il rapporto del Wayne County Medical Examiner's Office, nel quale non si lascia ombra di dubbio sulla causa del decesso, avvenuta quindi per asfissia da impiccagione. La notizia ha naturalmente spiazzato gli stessi familiari del cantante, la stessa band ma stando a Ken Settle, fotografo ufficiale del concerto tenutosi poche ore prima il folle gesto, c'era "qualcosa di strano e minaccioso" nel comportamento del leader di Soundgarden e Audioslave durante il live a Detroit. (Continua dopo la foto)

Ha continuato a fare musica, provare, scrivere canzoni, fino alla fine ma, soprattutto, durante l'ultimo concerto, rivela Settle, Cornell era "stranamente euforico rispetto al solito". Un cambiamento notevole, dato che nei restanti concerti sembrava sempre più concentrato, introspettivo, assorto e perso in se stesso. E poi c'è quella frase detta alla fine del concerto: "Sono davvero dispiaciuto per la prossima città". "Io pensavo volesse dire che lo show della prossima città non poteva essere paragonabile allo show visto a Detroit". (Continua dopo la foto)

 

"Adesso, suona davvero in maniera diversa", conclude il fotografo. Insomma come se, una volta presa la decisione di farla finita, l'animo di Chris sia diventato più calmo, tranquillo, felice per certi versi. Una strana quiete prima del disastro quindi, una situazione molto frequente nei casi di suicidio. Dettaglio in più a conferma della tesi del Wayne County Medical Examiner's Office.

Ti potrebbe anche interessare: "Ecco come è morto". Chris Cornell, si fa un po' di chiarezza sul decesso del grande cantante. "Lo abbiamo trovato così, in bagno". Fanno impressione i racconti della polizia che non ha dubbi a riguardo. "Altro che intossicazione"