Un paese che non vede la luce per 83 giorni l'anno. Siamo in Italia ma sembra il Polo Nord. Dopo centinaia di anni con questo problema, finalmente si fa festa: il paese rivedrà il sole. La soluzione trovata è assolutamente geniale

Un paese che non vede la luce per 83 giorni l'anno. Siamo in Italia ma sembra il Polo Nord. Dopo centinaia di anni con questo problema, finalmente si fa festa: il paese rivedrà il sole. La soluzione trovata è assolutamente geniale

Un paese che non vede la luce per 83 giorni l'anno. Siamo in Italia ma sembra il Polo Nord. Dopo centinaia di anni con questo problema, finalmente si fa festa: il paese rivedrà il sole. La soluzione trovata è assolutamente geniale

 

A Viganella il sole non c'è per tre mesi all'anno. Ma non siamo vicino al Polo Nord o nei Paesi Scandinavi. Viganella può essere definita la Siberia Italiana. Viganella si trova nella provincia di Verbano Cusio Ossola ed è parte della Valle Antona, una delle strette valli della Val d'Ossola. Il villaggio è stato costruito sul versante di una montagna in una posizione infelice, dove la luce del sole, da novembre a febbraio, non riesce ad arrivare. Per secoli il ritorno del sole venne celerato il 2 febbraio di ogni anno, con una grande festa. La situazione nella vallata ricorda ciò che avviene in Siberia e verso il Polo Nord, con lunghe ore di buio durante l'inverno e scarsa luce. Per secoli gli abitanti hanno saputo adattarsi alla situazione, fino a quando, con il supporto di ingegneri e architetti, il sindaco del paesino ha deciso di investire per la realizzazione dello specchio, che ha una superficie di 40 metri quadrati e che è posizionato ad un'altitudine di circa 1100 metri. Nel 2006 Viganella, infatti, ha deciso di installare nelle proprie vicinanze un grande specchio. (Continua a leggere dopo la foto)

Misura circa 8 metri di lunghezza per 5 di larghezza in grado di riflettere la luce solare in direzione della vallata anche nei mesi di "buio". Lo specchio è posizionato su di un fusto metallico ed è in grado di dirigere in tempo reale i raggi solari verso i luoghi prestabiliti, ad esempio la parte pedonale della piazza principale, la chiesa parrocchiale e il movimento ai caduti. Il funzionamento dello specchio è regolato da un computer durante il giorno.

(Continua a leggere dopo la foto)

Durante la note viene riposizionato, in modo che al mattino possa ripartire nella posizione ottimale. Il rendimento maggiore dello specchio si ha a mezzogiorno, quando la sua superficie è meglio allineata con la posizione di Viganella. Durante l'estate, quando utilizzare lo specchio non è necessario, la struttura viene messa in pausa e viene mimetizzata con un telo protettivo. L'installazione dello specchio è avvenuta nel dicembre 2006 e la realizzazione del progetto ha richiesto un investimento di circa 100 mila euro.

(Continua a leggere dopo la foto)

Lo specchio illumina il villaggio durante l'inverno per 6 ore al giorno. Grazie alla luce ritrovata, pare che la qualità della vita degli abitanti di Viganella sia migliorata soprattutto dal punto di vista delle relazioni sociali, portando ad un prolungamento dei ritrovi nella piazza del villaggio tra gli abitanti, anche nel periodo tra novembre e febbraio. Per ulteriori informazioni sul Progetto Specchio, visitate il sito web del Comune di Viganella.

 

Ti potrebbe interessare anche: "Da quando ti ho vista struccata, lo specchio non mi fa più paura". Grande Fratello Vip sempre più "horror": spuntano nuove foto di una Valeria Marini davvero irriconoscibile. Dal web sfottò a non finire... Eccole, giudicate voi (addio sex symbol)